Attività di ricerca

Durante il percorso formativo, a partire dalla tesi di laurea e soprattutto durante il dottorato, ho approfondito la conoscenza degli sviluppi della scienza e della tecnologia idraulica in età moderna, indagando i contributi che un'ingegneria idraulica consapevole del proprio percorso storico può oggi offrire allo studio, al restauro e alla conservazione di beni architettonici e paesaggistici, con particolare attenzione e applicazione al caso dei parchi e giardini storici europei realizzati fra XVI e XIX secolo.

Tra i temi affrontati, e su cui sto ancora svolgendo attività di ricerca, la scienza e le tecnologie idrauliche dell'epoca greco-romana, i giochi dʼacqua e le tecnologie idrauliche dei giardini storici, i primi sviluppi dell'idraulica moderna nell'opera di Leonardo da Vinci. In riferimento a questʼultimo campo di indagine ho svolto alcune ricerche di laboratorio (volte ad approfondire la conoscenza dellʼattività sperimentale di Leonardo) in affiancamento agli studi critici del prof. Francesco Di Teodoro sullʼapocrifo vinciano “Del moto e misura dellʼacqua”.

Sono attualmente assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Idraulica, Trasporti e Infrastrutture Civili del Politecnico di Torino, e partecipo all'attività di ricerca del progetto Renerfor (finanziato nell'ambito del programma Alcotra e coordinato da Regione Piemonte) incentrata sullo studio e sulla valutazione degli impatti ambientali prodotti dai piccoli impianti idroelettrici su corsi d'acqua in ambiente montano.